Mayıs 11, 2024

incontro con un camionista

ile admin

incontro con un camionista
ieri ero arrapatissimo e con una voglia spaventosa di cazzo.. ero disponibilissimo a succhiarne tanti, così sono andato ai gabinetti dell’autogrill e mi sono messo a guardare quelli che pisciavano mentre pisciavo anch’io.. non ho dovuto aspettare molto, un camionista si è avvicinato e approfittando di un momento che non c’era nessun’altro, aveva l’uccello fuori e scappellandoselo mi ha chiesto ridacchiando se glielo ripulivo.. era mezzo floscio ma grossetto in mezzo a un bel ciuffo di peli scuri.. la cappella era ancora umida di piscio. Aprii un rubinetto e gli lavai la cappella, poi con il cuore in gola per l’eccitazione, gli dissi che se aveva un posto tranquillo glielo avrei anche succhiato… andammo al suo mezzo che era parcheggiato in punto isolato del parcheggio. M’inginocchiai e gli tirai fuori l’uccello che adesso era meno floscio.. lo scappellai davanti al mio naso e l’odore era molto buono, di maschio virile! Aprii la bocca e ingoiai la cappella gustandone il sapore fantastico… la ciucciai piano piano muovendo la testa avanti e indietro.. lo sentivo diventare più duro e grosso! Poi mi disse con un accento pugliese: “che troia sei.. ci sai fare.. meglio di una puttana! Dai mmmmm… continua così che avrai presto tanta sborra… “. Intanto gli succhiai anche i grossi coglioni pelosi, poi risalivo leccando sull’asta… mi teneva la mano sulla testa e spingeva verso il cazzo pulsante ormai vicino all’esplosione.. ma invece di sborrare, mi tolse l’uccello nodoso duro e pulsante dalla bocca e mi fece alzare e girare! Poi mi disse: “ho cambiato idea! Ti voglio inculare e mi sa che l’idea piaccia anche a te!” Guardai quel grosso cazzo duro e puntato minaccioso verso di me! Realizzai che era enorme! Superava ad occhio i 22/23 cm e la cappella era enorme e gonfia! Mi sentii mancare per l’eccitazione… e il buco del culo cominciò a fremere e prudere! Mi girai e abbassai i pantaloni appoggiandomi al camion in modo da facilitargli l’incubata che stava per accadere… lui eccitatissimo mi abbasso le mutande poi si bagnò le dita con la saliva e me l’infilò nel culo… saggiatene la facile accessibilità, mi puntò la cappella e spinse!! Senti la cappella farsi strada in modo deciso e cacciai un lamento per il dolore, che diventò quasi subito un piacere immenso man mano che il cazzo entrava tutto! Poi cominciò a stantuffare prima piano e poi più veloce dando dei gran colpi d’ariete! Mi sembrava di morire mentre sentivo il cazzo duro bollente che entrava e usciva… il suo pube peloso a contatto con le mie chiappe che strizzava e schiaffeggiava mentre me ne diceva di ogni tipo: “Troia! Ti piace farti fare il culo vero? Vedrai che quando avrò finito, per un bel pezzo non potrai prenderne altri di cazzi, perché te lo sto rompendo!” In effetti sentivo anche un senso di lacerazione… ma non lo fermai perché stavo godendo come una gran troia in calore! Quasi non mi accorsi che stavo per sborrare! Lo feci gemendo e dicendogli: “mmmmmmm mi stai facendo godere tantissimo!! Che maschio! Che toro sei! Continua, non fermarti! Sbattimi forte! Mi piace da matti come mi stai inculando!” A queste parole lo sentii gemere… sfilò il cazzo e li fece inginocchiare! “prendilo in bocca e bevi troia!” Feci appena in tempo ad aprire le labbra che lasciò andare un grosso e lungo schizzo che mi prese un po’ in bocca e un po’ in faccia… poi lo ingoiai completamente e mi scaricò il resto della sborrata bollente mentre mi teneva la testa spinta sul cazzo! Ingoiai tutta la sborra e poi leccai anche quella che avevo in faccia, mentre lo guardavo ansimare… rimanemmo un po’ così, mentre gli leccavo e baciavo il cazzo che si stava afflosciando! Avrei voluto continuare per fargli un altro bocchino, ma lui mi disse che doveva ripartire, così ci ricomponemmo. Ci siamo scambiati i numeri di telefono e poi ci siamo salutati mentre mi diceva che gli era piaciuto molto, che aveva fatto una delle meglio scopate della sua vita, che dovevo farmi pagare per i miei “servizietti” migliori di una puttana! Risalii in macchina e mentre andavo a casa sentivo l’odore del suo cazzo dappertutto e il culo che mi bruciava ma tanto voglioso di prenderne ancora e tanto!